Testimonianza ragazza 34 anni

Il forum della community Forum cushing Testimonianza ragazza 34 anni

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Carla 10 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #425

    Silvia Martinelli
    Partecipante

    Ciao a tutti. Ho 34 anni e a luglio 2013 sono stata operata di adenoma ipofisario (MORBO DI cushing)
    La diagnosi è stata abbastanza lunga forse anche non solo perche é una malattia rara ma anche perché vivo in un paesino un Po lontano dai grandi ospedali e quindi i dottori sono andati in Po ad intuito conoscendo bene anche la mia vita fin da bambina.
    Il tutto probabilmente è cominciato a 26 anni con inizialmente i lividi che uscivano, poi andando avanti gli aumenti di pressione e l’aumento radicale di peso (da 57 a quasi 90 in circa 2 mesi)….la spossatezza e la grande fatica.
    La giustificazione dei dottori era stata cosa congenita (dalla famiglia paterna ho episodi di sovrappeso), poi siamo passati all abbandono dello sport troppo rapido dovuto al troppo lavoro ( aumento di peso per mancanza di spprt e aumento di pressione per stress lavorativo). Così dal mio ospedale in montagna finisco a Pavia, ben 5 ore da casa ma…..ospedale universitario, visite molto a rallentatore e il peggioramento andava avanti. Decido così di firmare le carte di dimissioni (causa tempo di attesa per una risonanza quasi di 1 anno) e trovo chi mi indirizza al sant’ Anna di como. Ho trovato persone molto competenti e tempo di un mese fatta la diagnosi e trovato equipe di neurochirurgia al top che mi ha tolto (sembra fino ad ora) tutto l’adenoma.
    Ora.sono passati 4 anni….Ho sempre vissuto la mia malattia in maniera molto positiva (anche se ora riflettendo non era il mio positivismo…ero in fase depressiva e non mi rendevo conto cosa mi succedeva) ho affrontato nei 4 mesi successivi altri 6 interventi più un nuovo ricovero 1 mese dopo l’intervento dell’ adenoma per una simile ricaduta (perdevo liquore dal naso). Ora sono sotto terapia clrtisonica. Tutti i giorni devo prendere 37 mg di Cortone acetato. Ma mi sento che comunque non sono più io….quando non sto bene subito collego a una recidiva….Sono calata di peso….un anno dopo ero perfettamente come prima della malattia ma….sto risalendo ancora tanto e nonostante le mie analisi mi dicano che va tutto bene io penso sempre che qualcosa non va. Sicuramente sarà la ritenzione idrica del CORTISONE!!!!
    ma una cosa che vorrei sapere perché non ho avuto una risposta soddisfacente tra i vari medici al quale ho chiesto.
    Una gravidanza, una persona che ha avuto questo problema, che assume regolarmente la terapia clrtisonica, può averla???
    Grazieeee

    #438

    Jennifer Pontiggia
    Partecipante

    Ciao, mi piacerebbe mettermi in contatto con te, se vuoi scrivimi:
    jennifer.pontiggia@gmail.com

    Un saluto,
    Jennifer

    #441

    Carla
    Partecipante

    Ciao Silvia,
    Volevo portarti la mia testimonianza sulla possibilità di una gravidanza.
    Sono stata operata nel 2008 per un adenoma ipofisario acth secernente.
    Ero in condizioni pessime perché la diagnosi è stata lunga.
    L’intervento però è andato bene e progressivamente la situazione è migliorata.
    Per fartela breve, nella primavera 2011 il medico mi dice che posso pensare ad una gravidanza perché è tutto ok (avevo sospeso praticamente tutte le terapie ed il ciclo era tornato ed era ormai regolare).
    A settembre 2011 faccio i controlli ed il cortisolo nn va bene, ma scopro di essere incinta.
    La gravidanza è stata assolutamente normale ed è andato tutto benissimo.
    I primi controlli del cortisolo dopo il parto non vanno di nuovo bene e sto ancora lottando con la recidiva…
    Non so quanto cushing e gravidanza siano tra loro compatibili (e io comunque avevo praticamente sospeso tutte le terapie compreso il cortone) però io ce l’ho fatta…
    In bocca al lupo
    Carla

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.